SEPARARSI… PER CHI?

separarsi separazione genitori problemi bambini
Ottobre 21, 2020
Categoria: FAMIGLIA

Stiamo per separarci. Pensavamo di aver passato il peggio ma dubbi e angosce invadono la nostra mente.

Rabbia, timore, delusione, nostalgia, amarezza ci travolgono.

È possibile provare tutte queste sfumature di emozioni nel giro di poco tempo? Si, assolutamente!

Sarebbe auspicabile avvertire la certezza che la separazione è la scelta giusta. Ma non sempre è così.

Spesso quando ci sono di mezzo i figli il primo pensiero va proprio a loro.

 

Come la vivranno i miei figli?

(i nomi utilizzati sono di fantasia)

Giulia non ha mai visto i suoi genitori litigare… ma nemmeno abbracciarsi pensando che funzionasse così in una coppia. Quando si sono separati ha provato un forte senso di impotenza, assistendo alla propria famiglia che si sgretola, senza avere gli strumenti né la posizione per poter fare qualcosa.

Marco ha pensato di essere un peso, e che in parte la separazione potesse essere anche causa sua.

Chiara pensa che sia una delle decisioni più sagge che sua madre abbia mai preso. Le sensazioni però non si dimenticano, restano appiccicate addosso.

L’aria irrespirabile, pesante in casa oppure le urla o ancor di più i silenzi restano indelebili.

In queste situazioni purtroppo i figli crescono fin troppo in fretta. Sono chiamati a confrontarsi con la delusione della favola infinita dei propri genitori.

Se è vero che la separazione dei genitori è considerata uno tra gli eventi più stressanti per tutti i membri di una famiglia è altresì vero che una relazione conflittuale e infelice tra genitori può causare disagio e stress più della separazione stessa.

Se pur dolorosa se non si riesce a trovare la motivazione per un nuovo equilibrio di coppia, la separazione risulta l’unica soluzione ai conflitti, che a volte continuano anche successivamente.

Stare insieme solo per i figli continuando a litigare oppure ignorarsi vivendo sotto lo stesso tetto non serve a niente! Serve chiarezza, per noi e per loro!

Ecco quindi alcuni errori da evitare:

  • Fare finta di niente

Recitare il copione della coppia perfetta è dannoso. Spiegate ai bambini cosa sta per accadere, quale decisione avete preso e perché. Ovviamente è importante ponderare il tutto in base all’età dei vostri figli.

  • Avere fretta

Datevi e date tempo: per accettare il cambiamento, per presentare un/a nuovo/a compagno/a, perché i figli accettino la situazione.

  • Confidarsi con i figli

Se non volete che i vostri figli accumulino problemi non scaricate su di loro il vostro bagaglio emotivo! Potete scegliere di condividere come vi sentite con gli amici o una figura competente come uno psicologo.

  • Non mettete l’altro genitore in cattiva luce

Volete che vostro figlio viva al meglio la separazione? Non mettetelo in mezzo alle vostre discussioni. Farlo schierare non farà altro che aumentare la rabbia e la tensione in famiglia.

Separarvi tenendo bene a mente cosa può essere d’aiuto per i vostri figli è invece un ottimo punto di partenza.

 

È importante:

  • Collaborare con l’altro genitore

Il bambino deve avere le stesse informazioni da entrambi i genitori.  Il rapporto di coppia va gestito fra adulti, niente manipolazioni!

  • Cercare di evitare i conflitti, fanno perdere lucidità e sopraffare emotivamente Non rischiare di fare scelte avventate!
  • Concordare insieme cosa dire ai figli, la chiarezza e la coerenza aiutano a dare un senso di sicurezza e stabilità in una condizione fortemente stressante e incerta come la separazione. Spiegate loro in termini concreti cosa cambierà. Con chi vivranno, quando vedranno l’altro genitore, dove e per quanto tempo…. rispondete alle loro domande.
  • Ricordargli quanto bene gli volete

I bambini spesso credono di essere la causa della separazione dei genitori. Rassicurateli ribadendo che il bene che gli volete non cambia.

  • Mantenere la routine quotidiana

L’ora della sveglia, la scuola, le amicizie, lo sport devono rimanere il più possibile punti fermi.

 

A chi posso chiedere aiuto?

  • Se la coppia in autonomia non riesce a comunicare, chiedi una mediazione famigliare. Sul territorio ci sono associazioni che si occupano nello specifico di questo.
  • Nessun componente della famiglia sa come potrà reagire a questa nuova condizione. È importante che oltre ai figli anche i genitori abbiano una rete di sostegno famigliare ed economica per affrontare la situazione. Rivolgiti agli uffici competenti sul territorio. Esistono degli aiuti!
  • Se senti di non riuscire ad affrontare la separazione può essere importante un percorso di sostegno psicologico individuale. Rivolgiti ad uno psicologo competente in materia, è importante trovare lo spazio per le tue emozioni!

 

“La cosa più importante che i genitori possono insegnare ai loro figli

è come andare avanti senza di loro.”

Frank A. Clark

 

 

Autori: Dott.ssa Stefania Pelagotti e Dott.ssa Chiara Maisano

Chiara Maisano: mamma, psicologa e psicoterapeuta

Stefania Pelagotti mamma, psicologa e specializzanda in psicoterapia

 

Dott.ssa Chiara Maisano

Lavoro come libera professionista occupandomi prevalentemente di disturbi d’ansia e dell’umore, nonché di problematiche di natura relazionale, affettiva ed emotiva. Da diversi anni collaboro con istituti superiori fiorentini svolgendo attività di sostegno agli studenti e conducendo interventi nelle classi e di supporto alla genitorialità. Da quando sono diventata mamma mi sono appassionata alla psicologia perinatale, approfondendo temi che riguardano soprattutto la maternità e le difficoltà che inevitabilmente ogni genitore si trova ad affrontare. Conduco gruppi di training autogeno che, tra i tanti benefici facilita la presa di consapevolezza e il rilassamento, migliorando le prestazioni personali e la gestione dello stress.

Altri post che potrebbero interessarti

GENITORI AI TEMPI DEL COVID

GENITORI AI TEMPI DEL COVID

“Mamma possiamo prendere l’aereo e andare in un posto nuovo come abbiamo fatto quella volta? Possiamo tornare a vedere i delfini? Possiamo andare in un parco giochi grade come quelle della televisione? Per il mio compleanno, possiamo fare una festa grande e invitare...

TRISTEZZA A NATALE

TRISTEZZA A NATALE

Un Natale di ricordi, tanti Natali fa.. Come possiamo scacciare la malinconia natalizia quando abbiamo perso una persona cara? E perché aumenta proprio a Natale? Sara è appena entrata nel mio studio. Mi sta raccontando di quanto sia difficile questo periodo. È il mese...

Form contatto Dott.ssa Chiara Maisano

Privacy:

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scriviti alla nostra newsletter per non perdere nessun articolo! Ho letto le informativa privacy e cookie

Ricerche Frequenti

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale le ultime novità.

Privacy

Grazie! Iscrizione avvenuta.

Pin It on Pinterest

Share This